Choc a Caserta, donna in coma dopo il furto in casa: i ladri le hanno portato via tutto

- Pubblicità -

Caserta. Era sola. Come tutti gli anziani in estate. Sola con i suoi 91 anni sulle spalle. Sola con le sue abitudini. Ma forse è proprio per questo che i ladri hanno scelto lei: insegnante in pensione, immersa nel silenzio, in via Ferrarecce, in piena notte, tra il 9 e il 10 agosto. Sola l’ha trovata la nipote, dodici ore dopo il colpo dei ladri. A terra, priva di sensi, infreddolita, tra il corridoio e la camera da letto. Addosso, solo la vestaglia da notte. La casa era stata messa a soqquadro dai una banda di malviventi. È rimasta lì dalle prime luci del mattino fino alle ore 19 del 10 agosto, quando gli agenti di polizia hanno aperto il portoncino di accesso all’abitazione. I cassetti dei mobili dal sapore antico erano stati smontati, le finestre lasciate aperte.
L’ambiente dove la novantunenne viveva, fatto di abitudini e di quotidianità, non era più lo stesso. Non dopo quella notte. Spariti i monili in oro che l’anziana nascondeva in scatole di cartone di un mobile in camera da letto, così come la pensione. Spariti pure alcuni oggetti. La donna, ora, si trova ricoverata all’ospedale «Sant’Anna e San Sebastiano» di Caserta: è in coma. E’ molto probabile che sia stata colpita da ictus dopo lo spavento.

- Pubblicità -