La tragica morte di Ale, il giorno della verità per Giuseppe. Allestita la camera ardente

Ha l’intenzione di parlare e di raccontare la sua versione dei fatti Giuseppe Varriale, ex fidanzato di Alessandra Madonna morta dopo essere stata trascinata con l’auto. Il giovane di Mugnano è ai domiciliari presso la sua abitazione e oggi sarà sottoposto ad interrogatorio dal gip del tribunale di Napoli Nord Barbara Del Pizzo per l’udienza di convalida dell’arresto.
L’accusa nei suoi confronti è omicidio volontario. Potrebbe restare ai domiciliari o anche finire in carcere, qualora il gip ritenga sussistenti le misure cautelari. Il gip, accogliendo la tesi dell’avvocato difensore, potrebbe derubricare il reato.
Domani nell’Istituto di Medicina Legale del Secondo Policlinico, dove, dalle 16, sarà allestita una camera ardente in attesa dei funerali che si terranno mercoledì (alle 11) nella parrocchia di Santa Maria delle Grazie di piazza Santo Stefano. Il sindaco di Melito Antonio Amente ha proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali.