«Non è amore se ti fa male…», il post su Facebook della 16enne prima di essere ammazzata dal fidanzatino

“Non è amore se ti fa male, non è amore se ti controlla…”. Il 23 agosto Noemi Durini ha pubblicato su Facebook il suo ultimo post. E’ una poesia contro la violenza sulle donne, sette giorni più tardi la 16enne è scomparsa di casa ed oggi è stata trovata senza vita. Il padre 41enne del fidanzatino 17enne di Noemi Durini è indagato, in concorso con il figlio, per l’omicidio volontario della sedicenne di Specchia. Era parzialmente nascosto sotto alcuni sassi il cadavere di Noemi. Il corpo è stato rinvenuto nel comune di Castrignano del Capo, località San Giuseppe, in una campagna adiacente alla strada provinciale per Santa Maria di Leuca. Il rinvenimento è stato operato dai carabinieri della Stazione di Specchia. Sul posto, per le attività di rito si stanno dirigendo il Procuratore della Repubblica di Lecce, coadiuvato dai sostituti incaricati delle indagini, dal Comandante Provinciale e dagli organi investigativi dipendenti