SCAMPIA, RIESPLODE LA FAIDA. Nicola ‘o chiatto trucidato nell’adrone del palazzo: esplosi almeno 10 colpi

Agguato la scorsa notte a Napoli, nel quartiere Scampia: ucciso con una decina di colpi di arma da fuoco il 21enne Nicola Notturno, figlio del boss Raffaele Notturno, dell’omonimo gruppo del clan degli Scissionisti e nipote di Gennaro, neo pentito di camorra. Il giovane, detto Nicola ‘o chiatto’, è stato ammazzato nell’androne di un palazzo nel lotto TA.
L’uomo, già noto alle forze dell’ordine, colpito in via Ghisleri, è morto mentre il servizio di emergenza 118 lo stava trasportando all’ospedale San Giovanni. Indagano gli agenti del commissariato Scampia e della Squadra Mobile.
E’ il figlio di Raffaele, storico boss degli Scissionisti ora in galera, e nipote di Gennaro, pentitosi pochi giorni fa. Forse era con altre persone al momento dell’agguato che sono fuggite al momento della sparatoria. La vittima potrebbe essere caduta in una trappola. La pista privilegiata è quella della vendetta: con quest’omicidio eccellente, i sicari avrebbero inviato un messaggio al boss pentito.

Nicola Notturno è stato ucciso con almeno dieci colpi di pistola: a terra, infatti, sono stati ritrovati dieci bossoli e un’ogiva.