Lite con sparatoria a Villaricca, il commerciante di Giugliano ha ottenuto l’affidamento in prova

Dovrà lavorare presso una nota pescheria di Giugliano Salvatore Ursini, condannato in primo grado a 3 anni di reclusione a seguito di una lite degenerata in sparatoria sulla Circumvallazione a Villaricca. Il 55enne (difeso dall’avvocato Luigi Poziello) ha ottenuto la misura dell’affidamento in prova presso un’attività commerciale di Giugliano. Ursini era ai domiciliari a seguito della condanna a tre anni per detenzione e porto abusivo di arma da fuoco e lesioni aggravate. A seguito di una lite per futili motivi, dovuta a dei dissapori economici, si scatenó una violenta rissa tra la famiglia degli Ursini, titolari di una pescheria sul corso Europa di Villaricca, ed il titolare del ristorante adiacente al culmine della quale Ursini Salvatore sparó

2 colpi di arma da fuoco, il primo erroneamente colpì il figlio Enrico, mentre il secondo attinse l’altra persona, che fu ricoverato presso il pronto soccorso di Giugliano e gli fu estratto il proiettile.