Mugnano. La conferma di Palumbo è la vittoria dell’asse Sarnataro-Terribile, la maggioranza incassa il colpo in silenzio

mugnano maggioranza palumbo
- Pubblicità -

Resta in sella l’assessore Dario Palumbo. La conferma del componente della giunta, di cui la maggioranza aveva chiesto ‘la testa’, può essere considerata una vittoria del sindaco Luigi Sarnataro e del consigliere Ciro Terribile, rappresentante in Assise di Palumbo.
Infatti venerdì scorso la fascia tricolore ha decretato la rimodulazione delle deleghe degli esponenti dell’esecutivo, confermando tutti i 7 assessori in carica ma rimescolando solo le deleghe. La sottrazione di alcune competenze all’esponente della lista Città Ideale è stata l’unica concessione fatta agli esponenti al Pd, Periferia Attiva, Progetto Democratico, MugnanoFutura e Upm che invece avevano chiesto che Palumbo venisse rimosso dalla giunta.

Nonostante le critiche espresse da Terribile e Palumbo sul programma del Sacro Cuore di Gesù, Sarnataro ha difeso i due esponenti di Città Ideale dagli attacchi del ‘fronte dei 13’ capeggiato da Renato Verrazzo. Quest’ultimo su Palumbo aveva

- Pubblicità -

pubblicamente dichiarato di “non aver condiviso la scelta di rimettere solo la delega del Sacro del Cuore di Gesù decidendo di conservare le altre. Quando non si condivide l’azione di una squadra di governo sarebbe meglio lasciale tutte, non è credibile conservare l’incarico agli Eventi pubblici”, aveva attaccato Verrazzo che però ora si ritrova ancora con Palumbo in giunta.

- Pubblicità -