Il giallo di Battista Riccio, carabinieri e DDA setacciano l’area dove fu trovata l’auto bruciata

Proseguono le ricerche di Battista Riccio, il 36enne di Giugliano scomparso nel nulla lo scorso 22 settembre. Questa mattina i carabinieri di Giugliano, su richiesta della DDA, hanno setacciato in lungo e largo l’area dove fu ritrovata la Clio nera dell’uomo, completamente carbonizzata: un terreno sul litorale Domizio, zona Castel Volturno. Contemporaneamente è stata fatta arrivare sul posto anche una ruspa poichè proprio in quell’area una testimone ha dichiarato che avrebbe visto scavare nei giorni precedenti. Circa una quindicina i militari impegnati nell’operazione. Per ora non è esclusa

nessuna pista, ma una delle ipotesi più accreditate è che si possa trattare di un caso di lupara bianca.