Dopo il De Carlo, occupato anche il Marconi. Scatta la protesta degli studenti giuglianesi: «Questa non è buona scuola»

E’ scattata l’occupazione dell’istituto Guglielmo Marconi di via Basile a Giugliano, gli studenti, poco fa, sono usciti in massa dalle aule e hanno preso possesso della scuola. Alla base della protesta le precarie condizioni dell’edificio. Sulla scia del Liceo AM De Carlo i rappresentati d’istituto hanno ritenuto opportuno dare voce agli studenti che più volte nei giorni scorsi lamentavano criticità. Il filone delle occupazioni è iniziato proprio dall’istituto di via Marchesella,

dove a causa del malfunzionamento dei bagni, l’acqua non potabile e le norme di sicurezza che, secondo i ragazzi, dovrebbero essere attuate tramite l’uscita per piani e ad orari differenziati, hanno deciso di occupare l’istituto. Intanto dall’Ipia alcuni studenti fanno sapere: “La nostra protesta è contro le assurde condizioni in cui versa l’istituto, il Marconi è molto lontano dalla definizione di “buona scuola” che abbiamo in mente”.
Il sit-in dei ragazzi, intanto, pare non sia stato preso di buon occhio da parte della dirigenza scolastica.