Giugliano. Studenti del Minzoni pronti a protestare: «Leso il diritto allo studio, trovare una soluzione più coerente»

“La scelta della Città Metropolitana è scellerata, siamo pronti a protestare in tutti i modi”. Gli studenti dell’istituto Minzoni, dopo l’occupazione della scorsa settimana, si sono dichiarati in assemblea permanente per protestare contro la decisione della Provincia di sfrattare il plesso succursale di via Dante Alighieri e trasferirli, dal primo gennaio, a Varcaturo (Leggi la decisione della Città Metropolitana).
“Siamo in stato di agitazione permanente – dichiara il rappresentante di istituto Salvatore Barbieri – è assurdo che la Città Metropolitana decida all’improvviso di mandarci via creando notevoli disagi sia a noi studenti, ai docenti ed anche alle nostre famiglie. Non c’è nessun trasporto pubblico attivo per noi

alunni, non siamo bestie da deportare”, denuncia Salvatore che insieme agli studenti della succursale sta organizzando un corteo per far sentire la voce di tutto l’istituto sia al Comune di Giugliano che in Provincia e Regione. “Auspichiamo una soluzione più coerente, in questo modo viene leso il nostro diritto allo studio”.