Bus ‘fantasma’ a Qualiano, la rabbia dei pendolari: «Prenderne uno è come vincere al casinò»

qualiano pullman fantasma

Un nostro lettore ci ha inviato una lettera per denunciarci i disagi vissuti dai pendolari qualianesi. E’ sopratutto l’assenza dei pullman ad indignare lo scrivente: “Vorrei denunciare lo stato dei trasporti pubblici ed in particolare la situazione in cui versa Qualiano che è una città sempre più isolata. Ebbene si, con il dissesto cronico dell’azienda regionale CTP e i continui scioperi e/o agitazioni senza preavviso degli autisti della suddetta azienda, ormai è quasi impossibile non avere brutte sorprese alla fermata e scoprire dopo due ore di attesa, che l’autobus desiderato non passerà affatto.

Poco tempo fa l’amministrazione De Luca ha fatto un ottimo lavoro stipulando un accordo con l’azienda regionale di trasporti per garantire l’accesso alla metro di Giugliano e Chiaiano, ma ahimè questa azienda non è in grado di garantire le corse nemmeno negli orari di punta. Molto spesso non ci sono vetture allo stazionamento di Scalzapecora per giorni e giorni. Oggi è la terza volta che provo a raggiungere la metro di Giugliano con il bus M45N ed è il terzo giorno che sono rimasto a piedi. Ho ascoltato il disagio di molti cittadini che avevano problemi a raggiungere familiari o ospedali, gente che dopo ore di attesa è ritornata a casa sconcertata.
Ho comprato ben 5 biglietti che non riesco ad usare a causa dell’assenza degli autobus. La gente lo comprerebbe pure ma qui ora siamo a Las Vegas, perchè sperare di prendere l’autobus a Qualiano è meno probabile che vincere in un casinò. I trasporti pubblici regionali sono in dissesto e Qualiano è tagliata fuori dal mondo poi ci si sconvolge della presenza dei pulmini abusivi e del fatto che i cittadini ne fanno uso. Qui la gente ha delle esigenze di mobilità e se il pubblico non è in grado di soddisfarle allora siamo costretti a ricorrere agli abusivo a questo oppure non ci resta altro che prendere l’auto”.