anna bettozzi intercettazioni camorra
A sinistra Anna Bettozzi

Ieri Anna Bettozzi è stata arrestata nell’operazione Petrol-Mafia. La vedova del petroliere Sergio di Cesare è finita nell’indagine che ha coinvolto 70 persone accusate di associazione di tipo mafioso, riciclaggio e frode fiscale di prodotti petroliferi e sequestri di immobili, società e denaro contante per un valore di circa 1 miliardo di euro. Sequestrati gli impianti della società petrolifera della famiglia Bettozzi, Max Petroli srl, ora Made Petrol Italia Srl.

Le indagini in particolare si sono concentrate sui legami fra il clan camorristico Moccia e la Max Petroli Srl. Il ruolo dell’imprenditrice-ballerina è ricostruito nell’ordinanza del gip Tamara De Amicis: “Si tratta del capo indiscusso dell’organizzazione, della persona più di tutti ‘esperta’ della materia anche grazie a quanto imparato dal marito Sergio Di Cesare. Nulla si muove senza il suo assenso è lei che intavola il rapporto con Alberto Coppola e, tramite lui, con tutto il gruppo napoletano dal quale riceve cospicui finanziamenti per la propria attività illecita, remunerando adeguatamente gli investimenti fatti da costoro”.

LE INTERCETTAZIONI DI ANNA BETTOZZI

In un’intercettazione del 4 marzo 2019 gli investigatori della Guardia di finanza hanno ascoltato la stessa Bettozzi al telefono con la  sorella Piera:  “A Piè, io dietro c’ho la camorra! Tu dove caz… vai… Te stanno a pijà per il culo… Cioè questi stanno… Lo sai quanto c’ha in giro Felice (…) di me… Ti sto dicendo… Ho capito! Sai quanto… No! E io controllo che sia borderline, quasi regolare… io! Sai quanto c’ha in giro! Quindici milioni al giorno, quell’altro cinque milioni, io altri cinque e insieme c’abbiamo 15 e 10, 25/30 milioni al giorno! Tu dove cazzo vai? (…) La gestione non ti può dare… Sei responsabile sempre te… Tu la legge, ti danno l’associazione…“. Anna Bettozzi era pienamente consapevole di chi erano i suoi nuovi soci in affari.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.