24.8 C
Napoli
venerdì, Maggio 20, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

Appalti ai Casalesi e fuga di notizie, i nomi dei 35 arresti: coinvolti imprenditori e un avvocato di Giugliano


Ha preso di mira gli interessi in settori economici di grande rilievo della fazione del clan dei Casalesi capeggiata dal boss Francesco Schiavone, come gli appalti per i servizi della rete ferroviaria e la pavimentazione stradale, l’indagine coordinata dalla Procura di Napoli (pm Ardituro e Arlomede) che oggi ha portato all’esecuzione da parte dei carabinieri di Caserta, della DIA di Napoli e del NIC del DAP, di 35 misure cautelari e di un sequestro di beni per 50 milioni di euro. I reati contestati, a vario titolo, agli indagati, sono estorsione, intestazione fittizia di beni, turbativa d’asta, corruzione, riciclaggio aggravati in quanto commessi agevolando un’organizzazione mafiosa.

I fratelli Nicola e Vincenzo Schiavone (entrambi residenti a Posillipo) avrebbero negli anni creato una rete imprenditoriale capace di sostenere la famiglia di Francesco Sandokan Schiavone. In cella è finito anche Dante Apicella, ritenuto a capo di una sorta di sistema imprenditoriale in grado di gestire proventi di commesse imprenditoriale che avrebbero foraggiato il sistema criminale dei casalesi.

Figurano anche un avvocato di Giugliano, M.C., e il responsabile di un’agenzia bancaria, Francesco Chianese, tra i destinatari delle 35 misure cautelari (17 in carcere, 17 ai domiciliari e un obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria) notificate stamattina a 35 indagati nell’ambito dell’inchiesta. Ad entrambi gli inquirenti contestano di avere rivelato a una delle persone indagate, l’esistenza dell’attività investigativa.

Francesco Chianese, dipendente di una banca vesuviana, è ritenuto responsabile di aver dato notizie coperte da segreto istruttorio a uno degli indagati nel filone principale, dopo aver ricevuto un decreto di esibizione di atti da parte dei carabinieri. Come riporta Il Mattino, Chianese avrebbe informato Crescenzo De Vito, imprenditore finito nell’inchiesta principale che, dopo aver acquisito informazioni riservate avrebbe messo in azione il ruolo di un penalista di Napoli nord e di un maresciallo dei carabinieri (che risulta indagato a piede libero), entrambi compulsati a trovare altre informazioni sul conto dell’imprenditore. Per Chianese è scattato il divieto a esercitare attività bancaria; mentre per De Vito e l’avvocato scattano gli arresti domiciliari.

Le indagini patrimoniali della DIA, scrive in una nota il procuratore di Napoli Giovanni Melillo, hanno consentito di fare luce sui “complessi meccanismi di riciclaggio e di illecita interposizione negoziale, come tali considerati al fine del sequestro preventivo di quote sociali e immobili”. Le misure cautelari – emesse sulla base di due diversi procedimenti – sono state emesse dal Gip di Napoli, su richiesta della DDA e notificate a Napoli, Caserta, Roma, Bari e Lecco

IN CARCERE

Dante Apicella, 56 anni di Casal di Principe

Pietro Apicella, 36 anni di Casal di Principe

Vincenzo Apicella, 71 anni di Casal di Principe

Vincenzo Bove, 59 anni di Sant’Anastasia

Carmelo Caldieri, 55 anni di Giugliano

Luca Caporaso, 46 anni di Giugliano

Gennaro Diana, 55 anni di Casal di Principe

Luigi Diana, 62 anni di Casal di Principe

Mario Diana, 59 anni di Casal di Principe

Salvatore Diana, 66 anni di Casal di Principe

Augusto Gagliardo, 48 anni di San Cipriano d’Aversa

Antonio Magliulo, 44 anni di Casal di Principe

Claudio Puocci, 58 anni di Casal di Principe

Francesco Salzillo, 46 anni di Casal di Principe

Luigi Scalzone,di Casal di Principe

Nicola Schiavone, 68 anni di Casal di Principe

Vincenzo Schiavone, alias ‘o trick, 58 anni di Casal di Principe

AI DOMICILIARI

Luigi Belardo, 49 anni di Orta di Atella

Pierfrancesco Bellotti, 44 anni di Roma

Giulio Del Vasto, 47 anni di Napoli

Crescenzo De Vito, 43 anni di Giugliano

Giancarlo Diana, 53 anni di Casal di Principe

Vincenzo Diana, 68 anni di Casal di Principe

Paolo Grassi, 50 anni di Oggiono

Massimo Iorani, 59 anni di Roma

Leonardo Loiacono, 69 anni di Noicattaro

Angelo Massaro, 48 anni di Casal di Principe

Fioravante Palmese, 40 anni di Casal di Principe

Raffaele Palmese, 44 anni di Casal di Principe

Antonio Petrillo, 49 anni di Casal di Principe

Luigi Petrillo, 56 anni di Casal di Principe

Giuseppe Russo, 70 anni di Napoli

Fabio Salzillo, 41 anni di Caserta

Mario Zara, 31 anni di Casal di Principe

OBBLIGO DI PRESENTAZIONE ALLA PG

Umberto Di Girolamo, 56 anni di Marano

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Fuori il videoclip di ‘Fummo Niro’, primo singolo del progetto musicale ambientalista Arianova

"Un canto di denuncia e sensibilizzazione", così Dario Cibelli definisce Fummo Niro, il primo singolo del progetto Arianova, ensemble...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria