La terza ondata torna a far paura nell’area Nord di Napoli. Nei giorni scorsi la notizia che il reparto Covid dell’ospedale di Giugliano ha tutti i posti pieni e che il direttore del nosocomio sta pensando di passare da 16 posti letto di terapia sub intensiva per l’assistenza ai ricoverati Covid.
Nel frattempo due comuni dell’hinterland piangono altri vittime, ovvero Melito e Qualiano.

Il post del sindaco di Melito Luciano Mottola

“La terza fase d’emergenza non ha ancora raggiunto il picco ed a Melito si registra l’ennesima vittima del Covid.
A lasciare i propri cari è un nostro anziano concittadino, ricoverato da qualche giorno in ospedale a seguito dell’aggravarsi delle proprie condizioni.
Ai suoi familiari vanno le più sentite e sincere condoglianze da parte mia e dell’amministrazione comunale e dell’intera città di Melito, dove sono 193 gli attuali positivi, di cui 10 ricoverati in ospedale”.

Il post del sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardiis

“Contagi Covid sono in forte aumento anche a Qualiano, siamo in piena terza ondata. Il mio appello va a tutti i cittadini di Qualiano: bisogna continuare a rispettare le misure di sicurezza, e bisogna farlo ancor più scrupolosamente se non vogliamo tornare nel baratro dei mesi più bui della pandemia”. 

L’ennesima vittima del Covid è un 61enne, non aveva altre patologie ed era ricoverato a Frattamaggiore

 

 

Pubblicità