Da Raffaele a Daniela, sfida il padre-boss di camorra e diventa trans

Daniela Lourdes Falanga è stata la prima donna transessuale a presiedere il circolo di Napoli dell’Arcigay. La 41enne svolge l’attività di operatrice sociale ed è responsabile dello sportello per i diritti gay, lesbica e transessuali nel carcere di Poggioreale. E’ stata intervista dall’Huffingtonpost al quale ha raccontato il suo passato difficile, quando si chiamava Raffaele ed era il primogenito della nota famiglia camorristica di Torre Annunziata.

“Mia mamma mi terrorizzava, per mio padre ero come un oggetto inanimato, neanche mi vedeva” ha detto Daniela. L’intervento di rettifica del sesso è stato condotto nel Centro dell’ospedale San Camillo di Roma poi c’è stata la conseguenziale modifica dei dati anagrafici.

Dopo 25 anni ha incontrato suo padre detenuto all’ergastolo a Regina Coeli: “Ero a Roma per partecipare a un’iniziativa, ho sbagliato treno – dice lei – Lui era in stazione. Abbiamo parlato e mi ha fatto i complimenti, è stato come se mi avesse vista e finalmente riconosciuta come donna”.