Sono deliziosi e non possono mai mancare in tavola, i 5 dolci natalizi napoletani

Tra pochi giorni riempiranno le nostre tavole e con ogni probabilità gonfieranno le nostre pance, sono i dolci natalizi made in Naples. Di seguito la top five delle prelibatezze dolciarie partenopee particolar mente in voga in questo periodo.

#1.Struffoli

Sovrani incontrastati della pasticceria napoletana delle feste, si presentano come bocconcini di pasta dolce fritta, ricoperti da una cascata di miele, arricchiti di cucuzzata – zucca candita – e decorati da una manciata di confetti e diavulilli. Di origine greca, gli struffoli sono stati approvati e adottati dai napoletani al tempo di Partenope e devono, probabilmente, il nome alla parola “strongoulos“, che in lingua ellenica significa proprio “arrotondato”. Dolci simili si trovano in gran parte dell’Italia meridionale – Calabria e Sicilia su tutti – ma diffidate dalle imitazioni…. I veri struffoli sono napoletani e quì, ogni pallina di pasta fritta è  un capolavoro di gusto, in cui il contatto tra la superficie della sfera  e il miele regala un’emozione unica, in grado di migliorare il tuo rapporto con il mondo.

#2.Roccocò

La forma è quella di una ciambella schiacciata, il sapore è il risultato di un composto armonioso di mandorle o nocciole, canditi e pisto (cannella, noce moscata, anice stellato e chiodi di garofano), la consistenza ricorda un biscotto croccante dall’aspetto marmoreo, spesso duro e talvolta ammorbidito da una bagna di vino o marsala. Il roccocò è una delle massime espressioni della tradizione legata ai dolci natalizi napoletani. È un po’ come una sveglia o la campanella della ricreazione: quando puoi scorgerlo nelle vetrine o sui banconi delle pasticcerie vuol dire che il Natale è alle porte.

#3.Mustaccioli

I contadini di una volta li preparavano utilizzando il mosto, che dà il nome  – dal latino mustacea – a questo succulento dessert romboidale ricoperto di cioccolato fondente. A pasta morbida o dura, i mustacciuoli hanno un cuore delicato di frutta e miele e,  in coppia con i roccocò, sono un vero e proprio must del Natale made in Napoli!

#4.Raffioli

Il raffiolo è un dolce di pan di spagna ricoperto di marmellata di albicocche e glassa di zucchero, una rivisitazione tutta campana del raviolo salato del nord Italia. A Napoli viene chiamato “raffaiuolo” e con la sua antica e laboriosa ricetta è un punto fermo nella tradizione dei dolci natalizi napoletani.

#5.Susamielli

Più famosa della “Z” di Zorro, c’è solo la “S” di Susamiello, uno tra i dolci tipici di Natale più apprezzati dai napoletani. Alcuni lo confondono con il roccocò per via del colore e della consistenza simile ma, in questi biscotti, il miele dona un tocco in più all’impasto che rimane semplice ma squisito.