Giugliano. Affidamento piscina comunale, Palma e Pirozzi: “Un altro grande pasticcio”

Il ribaltone sull’affidamento della piscina comunale ha sollevato non poche polemiche negli schieramenti politici.  Il Tar Campania – Sezione Settima – ha accolto il ricorso dell’Asd Alba Oriens, seconda classificata nel bando di gara, annullando il contratto stipulato dall’Amministrazione comunale con la società La Rinascita Srls.  Alla base della decisione del Tar ci sarebbero alcuni vizi di carattere formale che hanno portato i giudici amministrativi ad escludere ‘La Rinascita’. Dunque il Tar ha dichiarato l’inefficacia del contratto stipulato e ha disposto il subentro della ricorrente quale capogruppo mandataria del raggruppamento temporaneo di imprese formato da “Alba Oriens S.S.D. a r.l. – A.S.D. Atlantide Nuoto”.  La società esclusa, probabilmente, presenterà ricorso al Consiglio di Stato dando seguito ad un iter giudiziario che si prolungherà ancora per diverso tempo. Bisognerà capire cosa farà l’Amministrazione comunale. Potrebbe attendere l’esito del ricorso al Consiglio di Stato che dovrebbe presentare La Rinascita Srls, consentendo all’Olimpic Nuoto, società uscente che gestisce l’impianto, di operare fino alla fine dell’iter giudiziario o far subentrare fin da subito l’Asd Alba Oriens, col pericolo che quest’ultima poi possa perdere nel secondo grado di giudizio.

Una situazione ingarbugliata, insomma, che ha sollevato anche un polverone di polemiche, anche per il costo di affidamento del servizio. Ad alzare il polverone è stato Nicola Palma del M5S: “Già era incredibile che la stessa società di Casalnuovo fosse riuscita, seppur con cifre così diverse, a prendere per sé sia la piscina che l’Anthares, ora il Tar l’ha esclusa. Ho fatto un accesso agli atti e presentato un esposto alla Procura della Repubblica – dichiara il consigliere grillino. La società Rinascita srls di Casalnuovo, che ha aperto due anni fa con un capitale sociale di pochi euro e che ha preso in gestione la struttura Anthares che vale diversi milioni di euro a soli 400 euro al mese, contestualmente si era anche aggiudicata la piscina comunale per € 103.000 l’anno. Una cifra ben diversa rispetto a quanto paga per la intera struttura di campi di calcio e tennis dell’Anthares. Insomma, la trama si infittisce, e i conti sempre più non tornano”. Molto duro anche il capogruppo del Pd Nicola Pirozzi: “Mi sto occupando da diverso tempo della questione piscina, ci sono stati due ricorsi: uno perso dall’Olimpic Nuoto (terza classificata) e uno vinto dall’Alba Oriens. Non capisco perché l’Amministrazione abbia affidato con celerità la struttura alla società ‘La Rinascita’ pur sapendo che a breve ci sarebbe stato il pronunciamento della seconda sentenza che poteva ribaltare tutto, così come poi è successo. Proprio nei giorni scorsi erano stati mandati celermente i vigili nella struttura per adempiere al passaggio tra l’uscente Olimpic e ‘La Rinascita’, quest’ultima due giorni dopo è stata esclusa. L’Amministrazione, ancora una volta, ha fatto una pessima figura ed ha dimostrato tutta la sua arroganza, non ottemperando ai tempi e ai doveri della giustizia”, dichiara Pirozzi il quale solleva anche dubbi sulla società di Casalnuovo: “E’ un contenitore vuoto, non ha nessuna esperienza in materia di gestione di strutture sportive. Chiederemo accertamenti e verifiche. Ancora una volta, a pagarne le spese, è la realtà sportiva giuglianese”.