34.9 C
Napoli
giovedì, Agosto 18, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

“Ma che state facendo?”. Due ladri sul balcone a Napoli, fermati prima della fuga


Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e del Commissariato San Paolo su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Brigata Bologna per la segnalazione di due persone che si stavano calando dal balcone di un appartamento.

I poliziotti, giunti sul posto, hanno intercettato i due nel vialetto che conduce all’abitazione mentre si stavano dando alla fuga e, dopo un breve inseguimento a piedi, li hanno bloccati e trovati in possesso di due borse al cui interno sono stati rinvenuti orologi, monili, bracciali e anelli d’oro nonché un paio di guanti, una torcia e una pinza.

Due fratelli napoletani di 35 e 43 anni, entrambi con precedenti di polizia, sono stati arrestati per furto aggravato, mentre la refurtiva è stata restituita ai proprietari.

​​FURTI IN CASA D’ESTATE: COME DIFENDERSI DAI LADRI

Tra le paure più grandi degli italiani c’è quella di subire un furto nella propria abitazione. Infatti, lasciare la propria casa incustodita quando si parte per le vacanze è una delle cose che più ci tormenta. Ecco un vademecum creato ad hoc per te e che puoi adottare per evitare il rischio di furti in casa d’estate.

Organizzati per dotare la tua casa di un impianto di allarme moderno. I sistemi di ultima generazione sono più sicuri ed efficaci, possono prevedere anche l’utilizzo di telecamere ed essere collegati al vostro smartphone. In questo modo, anche fuori casa, puoi tenere la tua abitazione sotto controllo.

Installa serrature sofisticate non duplicabili facilmente, porte blindate e inferriate robuste. Soprattutto se abiti al piano terra, rafforzare porte e finestre è sempre un ottimo espediente per evitare sgradevoli visite in casa.

Lascia accesa la luce esterna o meglio ancora interna, per esempio in cucina o in salotto. Questo farà pensare ai malintenzionati che l’appartamento è abitato.

Riponi i gioielli e il denaro in cassaforte o in posti imprevedibili, che non siano il solito cassetto del comodino, l’armadio, dietro un quadro, tra i libri o dentro i vasi. Più un topo d’appartamento impiega a svaligiare casa e più si ampliano le possibilità di essere notato o di commettere errori. Non lasciare posta nella cassetta delle lettere: se puoi, chiedi a qualcuno di fidato di raccoglierla per te. È risaputo che la maggior parte dei ladri spia le nostre abitazioni per vari giorni prima di intervenire, uno dei principali indizi della nostra assenza risiede proprio nella cassetta della posta stracolma. Non “oscurare” completamente la tua casa con siepi alte, recinzioni ermetiche e tende da sole sempre aperte. È sempre buona norma lasciare parte della casa in vista, così che vicini e semplici passanti possano notare movimenti sospetti nel giardino, sul balcone o in casa.

Affida solo a persone di fiducia l’incarico di duplicare le tue chiavi di casa, perché un malintenzionato potrebbe conservare una copia per sé e, approfittando della tua assenza, intrufolarsi in casa.

Silenzio-stampa sui social e nella vita reale. Sii discreto quando posti contenuti sul Web. Ti consigliamo di non scrivere sui social che sei in vacanza o che vai fuori per il weekend. Ormai i ladri 2.0 monitorano i social network per vedere chi parte per le vacanze (magari per lunghi periodi). Un altro consiglio utile è non accettare l’amicizia di persone che non si conoscono ed impostare i giusti parametri di privacy per i contenuti dei nostri social preferiti così da evitare di essere spiati. Discrezione anche nella vita reale: non dire a chiunque dove abiti o con quante persone abiti e quando la casa resterà vuota. Le voci girano e mantenere il riserbo è necessario per la propria sicurezza.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Napoli. “Dammi l’orologio”, turista sventa la rapina e fotografa i ladri: fermati

Martedì pomeriggio una donna si è presentata presso gli uffici della Questura per denunciare di aver subito un tentativo...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria