“Mandate la foto a un prete”, ma la verità è un’altra sullo scatto misterioso a Giugliano

Ha fatto discutere la foto pubblicata su Facebook in uno dei gruppi della fascia costiera di Giugliano (Licola-Lago Patria Varcaturo) da parte di un utente che denunciava sospetti riti voodoo. Piatti, bottiglie e candele a terra sono stati trovati in un terreno:Potrebbero esserci dei rituali del tipo woodoo, o qualche rito propiziatorio africano, dietro ai piatti imbanditi che qualcuno, probabilmente nella notte, ha sistemato all’uscita della strada per ischitella , Dei piatti con carne, peperoncino, frutta, mele rosse, rose, sigarette e sigari, sistemato appositamente tutto , quasi si trattasse di un’offerta per omaggiare il passaggio di qualche spirito’’. scrive l’utente.

Tanti i commenti ma la verità che si tratta di un rito propiziatorio/di ringraziamento del Candomblè o di qualche altra religione animistica sudamericana. Sono riti antichissimi che arrivano dalla commistione tra religione quechua/inca e il cattolicesimo. Quindi non ha niente a che fare con gli africani, non ha niente a che vedere con il voodoo e non è magia nera. Ma solo un rito per propiziare abbondanza e ricchezza.