Dopo ‘l’attacco’ rivolto a Barbara D’Urso, Massimo Giletti ritorna a parlare delle ospitate di Tony Colombo nei salotti della conduttrice campana. Qualche giorno fa, il giornalista di ‘Non è L’arena’, aveva commentato il rapporto tra la coppia e Barbara D’Urso in questo modo:  “La distorsione della realtà che passa attraverso l’uso forzato del mezzo televisivo. Nel momento in cui gli dai spazio non puoi non renderti conto dell’effetto della continuità della presenza di chi non deve stare in televisione e non deve diventare personaggio. Quando tu accetti di far dire alla Rispoli ‘siete voi che dite che sono legata alla camorra’ non va bene, sono i fatti che parlano di una situazione che stride con la descrizione che fa Barbara, della principessa con la coroncina. E’ inaccettabile”. Sono queste, alcune delle dichiarazioni di Giletti.

Il chiarimento di Giletti

A distanza di tempo, Giletti ha voluto però chiarire le sue parole: “Visto che lei si dichiara sotto testata giornalistica, ha il dovere di fare questa completezza giornalistica. Non si mettono gli ospiti a loro agio sul divano per fargli raccontare solo la loro verità. A quel matrimonio c’erano dei tavoli con tanti criminali. Lei dice sempre di essere sotto testata giornalistica e non ha detto più niente. Quel matrimonio, per la camorra, è stata un’occasione per andare in tv. La sua trasmissione la trovo estremamente divertente ed esilarante. Anzi, le dico che in alcuni momenti è straordinario.  Ma io l’ho criticata solo per la vicenda legata a Tony Colombo e Pamela Prati”.