Messico, scoperti in una fossa 44 cadaveri: 4 sono stati identificati

Il procuratore generale dello stato di Jalisco conferma che nelle 119 sacche con resti umani trovati nelle tombe clandestine la scorsa settimana, sono stati trovati 44 corpi. Quattro di loro sono stati identificati.

I corpi di 44 persone scomparse sono stati trovati sepolti in un pozzo in una zona del Messico nota per brutali esecuzioni di cartello di droga.

 

La triste scoperta è stata fatta dopo che i locali nello stato di Jalisco si sono lamentati di un cattivo odore e quando il pozzo è stato scavato, i resti sono stati trovati riposti in 119 sacchi neri.

Jalisco è la patria di alcune delle bande di droga più spietate del Messico e questa è la seconda grande scoperta di corpi lì quest’anno.

 

Secondo la BBC, la maggior parte dei corpi è stata tagliata, quindi le autorità hanno dovuto mettere insieme parti diverse per identificarle.

 

I cadaveri sono stati scoperti vicino a una stalla costruita a metà su un sito di nove acri circondato da alberi, che i media locali hanno dichiarato che era stato abbandonato anni fa.

 

Per diversi giorni ci fu “una piaga delle mosche” intorno al pozzo e l’odore divenne insopportabile dopo le piogge di settembre.

 

I media locali riferiscono che il portavoce delle autorità locali ha affermato che “molti di quelli che abbiamo trovato nelle tombe hanno precedenti penali”.

 

 

Il sito si trova a 35 minuti di auto da Guadalajara, la capitale dello stato di Jalisco, una città in cui finora sono stati scoperti più di 15 siti di sepoltura, alcuni con decine di corpi.

 

Il mese scorso, il cartello della droga Jalisco New Generation Cartel (CJNG), che è tra i filmati più potenti e scioccanti del Messico, di un gangster rivale che viene interrogato e quindi massacrato.

 

Guidato da Nemesio Oseguera Cervantes, alias El Mencho, il CJNG sta attualmente combattendo una serie di cartelli rivali per il controllo di Guadalajara.

 

Nel video, un gruppo di dieci presunti membri di una banda che indossano equipaggiamento da combattimento in stile militare e armati di fucili circondano un uomo catturato da una banda di droga rivale.

 

Secondo i resoconti dei media locali, si dice che l’uomo seminudo sia Aldolfo Mendoza Valencia, alias “El Michoacano”, che è uno dei leader di una banda rivale del cartello di Santa Rosa de Lima nella Valle de Santiago.

 

Il cartello rivale è stato avviato da due ex membri del CJNG nel 2018, quando il suo co-fondatore Erick Valencia Salazar e un altro leader di alto rango Carlos Enrique Sanchez hanno lasciato.