Chiede il permesso ai genitori per fare un tatuaggio all’henné, bimba di 7 anni resta ustionata a vita

Aveva fatto un tatuaggio all’henné pensando che fosse innocuo, ma il risultato è che si è ritrovato con un segno ormai indelebile. È la storia di Madison Gulliver, una bimba di 7 anni che ha chiesto alla madre ed al padre, durante la loro vacanza familiare, di poter fare un tatuaggio temporaneo. L’uomo ha accettato ignaro delle conseguenze.

Qualche ora dopo, però, il braccio della piccola inizia a riempirsi di bolle costringendola al ricovero in ospedale. . Il colore nero dell’henné non ha componenti naturali e può di conseguenza causare dei problemi. In base questo tipo di tattoo non dovrebbe essere pericolo, eccetto ai soggetti sensibili: la madre, infatti, era stata ricoverata per un’infezione alla cistifellea.
Anche il fratellino di Madison si è sentito male poco dopo, ma il suo tatuaggio è stato immediatamente lavato.