Tradisce il marito con l’amante, poi lo denuncia per violenza ma era tutto un bluff

Una vicenda nata sui social e finita in tribunale con una denuncia per violenza sessuale da parte della donna all’amante, è finita con l’assoluzione dell’uomo dal reato più grave ed una condanna a 6 mesi di reclusione per minaccia semplice. I fatti iniziano nel 2016, quando un giovane di Sanremo dopo un primo contatto su facebook instaura una relazione extraconiugale con una donna di Tropea andando anche a lavorare nell’attività commerciale di lei. Una passione durata mesi e finita quando la storia è stata scoperta dal marito e la situazione è degenerata finendo in un’aula del tribunale di Vibo Valentia.

La donna, infatti, ha denunciato l’amante per violenza sessuale e minacce gravi e, insieme al marito, si è costituita parte civile. Oggi, al termine di un processo con rito abbreviato, il gup di Vibo Valentia, accogliendo quasi totalmente le argomentazioni difensive dell’avvocato Michelangelo Miceli, ha assolto il giovane dell’accusa di violenza sessuale condannandolo per minaccia semplice.