bonus 2400 euro lavoratori decreto sostegni
Foto di repertorio

Il decreto Sostegni prevede l’erogazione di un bonus di 2400 euro per diverse categorie di lavoratori. Si tratta di dipendenti stagionali del settore del turismo (anche per gli addetti in somministrazione) e degli stabilimenti termali, che hanno cessato involontariamente il rapporto (non per dimissioni volontarie). Il periodo dovrà essere compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto Sostegni. I richiedenti devono aver svolto la prestazione lavorativa, per almeno trenta giornate nello stesso periodo. Questi lavoratori non devono essere titolari di pensione. Né di rapporto di lavoro dipendente, né di disoccupazione Naspi alla data di entrata in vigore del presente decreto.

LAVORATORI STAGIONALI NON TURISTICI

Lavoratori dipendenti stagionali e ai lavoratori in somministrazione appartenenti a settori diversi da quelli del turismo e degli stabilimenti termali. Gli stessi che hanno cessato involontariamente il rapporto di lavoro nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del presente decreto. Infine che abbiano svolto la prestazione lavorativa per almeno trenta giornate nel medesimo periodo.

Lavoratori intermittenti che abbiano svolto la prestazione per almeno trenta giornate di impiego. Si prenderà in considerazione il periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del presente decreto.

LAVORATORI AUTONOMI

Lavoratori autonomi, privi di partita IVA, non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie nel periodo compreso tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del dl Ristori. Gli stessi che siano stati titolari di contratti autonomi occasionali  e che non abbiano un contratto in essere il giorno successivo alla data di entrata in vigore del presente decreto. I lavoratori autonomi devono essere già iscritti alla data di entrata in vigore del presente decreto alla Gestione separata INPS, con accredito nello stesso arco temporale, di almeno un contributo mensile.

Incaricati alle vendite a domicilio con reddito nell’anno 2019 derivante dalle medesime attività superiore ad euro 5mila e titolari di partita IVA attiva, iscritti alla Gestione separata alla data di entrata in vigore del decreto Sostegni e non iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

Alla data di presentazione della domanda tutti gli operatori non devono essere titolari di contratto di tipo subordinato. Si esclude il contratto di lavoro intermittente senza diritto all’indennità di disponibilità. Inoltre non devono essere titolari di pensione diretta.

SETTORE TURISMO E STABILIMENTI TERMALI, ALTRI REQUISITI

E’ riconosciuta anche l’indennità di 2400 euro, ai lavoratori dipendenti a tempo determinato del settore del turismo e degli stabilimenti termali in possesso cumulativamente di diversi requisiti. Titolari di uno o più contratti di prestazione lavorativa a tempo determinato nel settore del turismo e degli stabilimenti termali. La durata complessiva dovrà essere pari ad almeno trenta giornate. Il periodo da prendere in considerazione è tra il 1° gennaio 2019 e la data di entrata in vigore del decreto Sostegni.

Titolarità nell’anno 2018 di uno o più contratti di lavoro a tempo determinato o stagionale  di durata complessiva pari ad almeno trenta giornate. Assenza di titolarità, alla data di entrata in vigore del decreto Sostegni, di pensione e di rapporto contrattuale dipendente.

PER RESTARE SEMPRE INFORMATO SULL’EMERGENZA CORONAVIRUS, VAI SU INTERNAPOLI.IT O VISITA LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK. 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.