Droga per la Napoli bene, il Riesame manda due indagati ai domiciliari

Droga per la Napoli bene, vanno ai domiciliari due delle persone coinvolte nel blitz eseguito dalla guardia di finanza un mese fa contro una rete di narcos che riforniva i quartieri di Chiaia e Posillipo: a capo di quel gruppo, secondo la Procura, Ciro e Antonio Capasso, titolari del noto ristorante Tufò di via Posillipo. Il tribunale del Riesame di Napoli (Dodicesima sezione-presidente Maria Gabriella Pepe) ha sostituito la misura della custodia cautelare in carcere con la misura dei domiciliari per Antonio Russo e Antonio Grimaldi (difesi dagli avvocati Leopoldo Perone e Antonio Rizzo) nonostante ai due venisse contestata l’associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti.

Il tribunale del Riesame inoltre ha annullato l’ordinanza in relazione soltanto al capo 1 disponendo la formale scarcerazione di Alessio Onorato in relazione a tale capo ma confermando nel resto l’ordinanza. Onorato (difeso dall’avvocato Leopoldo Perone) dunque resta in carcere.