Giuseppe ucciso a colpi di pistola, si indaga sulla sua relazione con Danny

Si conoscevano fin da ragazzi e avrebbero anche avuto una relazione: ci sarebbe un movente passionale dietro l’omicidio di Giuseppe Marchesano, il 27enne ucciso venerdì sera a colpi di pistola nel suo appartamento di Castel de Bosco, una frazione di Montopoli Valdarno ( Pisa). Sarebbe questa secondo gli investigatori una delle piste per spiegare il gesto di Danny Scotto, arrestato ieri sera, al termine di un lungo interrogatorio, con l’accusa di omicidio volontario.

La vittima e Danny Scotto, 27 anni, operaio agricolo residente a Chiesina Uzzanese, in provincia di Pistoia, si conoscevano bene, fin da ragazzi. E proprio per questo Giuseppe Marchesano avrebbe aperto la porta di casa l’altra sera quando Danny Scotto sarebbe andato a trovarlo. Senza sapere, però, che l’assassino si era portato dietro un revolver con il quale lo ha freddato con almeno sei colpi. Secondo il Mattino fra Giuseppe Marchesano e Danny Scotto c’era stata una amicizia che secondo indiscrezioni sarebbe sfociata in una relazione. Una amicizia che però si era bruscamente interrotta qualche tempo fa lasciando ruggini ed equivoci fra i due. Nel frattempo Marchesano si era anche fidanzato con una ragazza.