32.1 C
Napoli
giovedì, Luglio 18, 2024
PUBBLICITÀ

Insigne: “Ho esultato tantissimo dopo il 5-1 alla Juventus, sullo Scudetto preferisco essere scaramantico”

PUBBLICITÀ

Da Toronto, in un’intervista rilasciata a “La Gazzetta dello Sport”, torna a parlare Lorenzo Insigne. E lo fa rivolgendo il pensiero al “suo” Napoli, di cui ha difeso la maglia fino alla scorsa stagione e di cui ne è stato orgogliosamente capitano.

Insigne: “Sono il primo tifoso del Napoli, battere la Juve è sempre bello”

Questo il suo pensiero sulla stagione in corso, che gli azzurri di Spalletti stanno dominando: “Non sarò io a sbilanciarmi sullo Scudetto, ne abbiamo passate troppe e preferisco rifugiarmi nella scaramanzia, ma sono il primo tifoso, li seguo da lontano e dopo ogni partita mando i complimenti a tutti”.

PUBBLICITÀ

Insigne si è goduto da lontano il successo dei suoi ex compagni di squadra per 5-1 contro la Juventus, e ha così parlato in merito: “Un risultato incredibile, ho esultato tantissimo. Per noi napoletani ha sempre un sapore speciale batterli, figuriamoci così. Spalletti sa perfettamente quali corde toccare con i calciatori. Con Sarri eravamo entusiasmanti ma ci mancava qualcosina”.

Insigne ha parlato anche dell’exploit di due suoi ex compagni di squadra in particolare, Victor Osimhen e Stanislav Lobotka: “Osimhen migliora a vista d’occhio, il suo potenziale sta venendo fuori, può diventare il miglior centravanti d’Europa. Lobotka sta facendo cose pazzesche. Devo essere onesto, quando c’ero io non era il giocatore che è adesso”.

L’esperienza al Toronto e il futuro in Nazionale

L’ex capitano del Napoli è tornato poi a parlare della sua esperienza al Toronto, di cui parlò già qualche settimana fa suscitando, d’altronde, numerose polemiche tra i suoi ex tifosi: “Sta andando benissimo, più di quanto mi aspettassi. Il calcio qui è diverso, non c’è la ricerca ossessiva della vittoria. In MLS sono il calciatore più rappresentativo e questo mi riempie d’orgoglio, sia il club sia la Lega hanno progetti molto importanti per me”.

Su un possibile ritorno in Nazionale: “Con Mancini abbiamo un ottimo rapporto, sa che da parte mia c’è la totale disponibilità e che per me la Nazionale è un onore. Mi dispiacerebbe non essere convocato, ma accetterei la scelta e andrei per la mia strada”.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Accoltellato in piazza nel Napoletano, preso un 17enne

Martedì la Polizia di Stato ha eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in I.P.M. emessa dal GIP presso il Tribunale...

Nella stessa categoria

PUBBLICITÀ