L'ultimo saluto a Ornella Pinto
L'ultimo saluto a Ornella Pinto (foto di Albangela Celentano)

Si sono tenuti questa mattina nel Duomo di Napoli i funerali di Ornella Pinto, la giovane mamma uccisa nella notte tra venerdì e sabato. Dodici coltellate dall’ex compagno, poi la disperata corsa in ospedale dove Ornella è giunta in condizioni disperate, morendo poco dopo. Molte le persone accorse al Duomo per l’ultimo saluto: per volontà della famiglia, giornalisti ed operatori sono stati tenuti fuori dalla Cattedrale dalle forze dell’ordine. Con ampio anticipo rispetto all’inizio della funzione, è stato dato lo stop all’ingresso in chiesa. Molte le persone rimaste sul sagrato, tra cui colleghe, allievi e conoscenti della donna.

“La violenza ti ha strappato la vita nel cuore nella notte. Una notte che sembrava uguale a tante altre”. E’ stato l’arcivescovo Mimmo Battaglia a celebrare l’ultimo saluto a Ornella.

“Ripenso alle tante donne incontrate nei centri anti violenza, penso ai loro occhi e ai loro corpi violati” ha detto Battaglia.

Commozione e tensione ai funerali di Ornella

Tanta la commozione all’arrivo della bara, accompagnata dal padre Giuseppe che non ha mai lasciato il feretro fino all’inizio della celebrazione. Lacrime, incredulità e voglia di giustizia: sono queste le sensazioni respirate durante la messa sia all’interno che all’esterno del Duomo.

Come riporta Repubblica, momenti di tensione si sono verificati all’esterno della chiesa. Una sorella della vittima, all’arrivo di una corona e di un cuscino di fiori inviati dai genitori dell’assassino, ha strappato il biglietto che li accompagnava e li ha respinti. I fiori sono stati poi deposti davanti ad un altare.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.