Reddito di cittadinanza, più carte in famiglia ma c'è il limite al prelievo
Foto di repertorio

Il reddito di cittadinanza rappresenta un sostegno economico per circa un milione di nuclei familiari che si trovano a vivere in condizioni economiche precarie.

Pur essendo finito più volte al centro del dibattito politico, oggi rappresenta un aspetto fondamentale su cui il governo ha deciso di investire, con l’obiettivo di aiutare economicamente alcune categorie.

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi, ha approvato una serie di modifiche e di cambiamenti che porteranno grandi novità proprio in merito al riconoscimento del reddito di cittadinanza.

Il nuovo scenario prevede che il reddito di cittadinanza potrà essere interessato e da un aumento relativo agli importi, grazie all’approvazione e all’entrata in vigore di un nuovo bonus famiglia, ovvero un contributo economico riconosciuto nei confronti dei nuclei familiari che hanno almeno un figlio di età anagrafica inferiore di diciotto anni.

Come aumentano gli importi

Per quanto concerne, invece, la questione degli importi e del calcolo dell’aumento che andrà ad aumenteranno effettivamente l’ammontare del beneficio del reddito di cittadinanza, anche in questo caso occorre differenziare i due possibili aumenti in base alle disposizioni normative.

Per l’auto-imprenditorialità

Il decreto numero 115 datato il 15 maggio 2021, che ha portato all’introduzione e alla strutturazione del beneficio addizionale per l’auto-imprenditorialità, porta la possibilità di ottenere mediante un’unica soluzione un importo maggiorato del reddito di cittadinanza, nei limiti fissati al valore di 780 euro al mese, per ben sei mensilità, dunque per un ammontare complessivo pari a 4.680 euro.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.