Reddito di cittadinanza: in arrivo le novità. Verso il limite ai prelievi

Il reddito di cittadinanza verrà confermato, ma il ministro dell’Economia Roberto Gualtieri afferma che può essere migliorato. Sono diverse le storture che pure i Cinquestelle vorrebbero raddrizzare. Lo spazio di manovra a disposizione per cambiare il sussidio dei grillini però è davvero poco. Tra le soluzioni prese in considerazione finora da M5S e Partito democratico allo scopo di correggere il reddito di cittadinanza: c’è l’ipotesi di rivedere i criteri in base a cui si stabilisce la somma a cui un beneficiario ha diritto e dunque di ritoccare le scale di equivalenza. Perché con il meccanismo attuale le famiglie numerose risultano penalizzate rispetto ai single. Saranno inasprite le sanzioni anti-furbetti.

E sempre a proposito di furbetti, è al vaglio anche un altro correttivo, più scenografico, che consisterebbe nel ridurre la soglia per i prelievi in contante così da contrastare gli acquisti illeciti. Stando a quanto emerso dai controlli condotti dalle Fiamme Gialle, un’ampia schiera di percettori del sussidio non rinuncia a giocare somme importanti di cui non è nota la fonte di provenienza. Non è escluso che la somma che è possibile prelevare con le card venga ridotta, da 100 a 50 euro per i beneficiari single per esempio, per far sì che il reddito di cittadinanza non venga disperso. Difficilmente invece il nuovo governo metterà mano ai requisiti di cui è necessario essere in possesso per accedere al sussidio al fine di allargare la platea dei beneficiari. La notizia riportata dal Mattino.