Reddito di cittadinanza maggio
Reddito di cittadinanza

Reddito di cittadinanza. Anche a maggio, come ogni mese, le date delle ricariche saranno due. Una per i nuovi percettori dopo l’accoglimento della domanda e l’altra di fine mese per chi ha i pagamenti già in corso.

A maggio però probabilmente la prima arriverà in anticipo. E sarà anche la data di accredito degli arretrati attesi da molti. Infatti sono state sbloccate dall’Inps centinaia di domande rimaste sospese da febbraio, per chi aveva già i pagamenti in corso di fruizione dopo il rinnovo dell’ISEE.

Reddito di cittadinanza a maggio

Molte segnalazioni di difformità nei redditi, ma anche mancati aggiornamenti da parte dell’istituto di previdenza che hanno fatto accumulare notevole ritardo. Chi non aveva presentato aggiornamento ISEE entro fine gennaio infatti, si è trovato in una spiacevole situazione di trovare le ricariche del reddito di cittadinanza bloccate da febbraio senza ricevere ulteriori notizie in merito.

L’INPS sta provvedendo al controllo e alla riattivazione di molte domande di reddito in sospeso. Per questo, chi ancora dopo l’aggiornamento rientra nei requisiti, sarà tra coloro che inizieranno a ricevere alla prima data di maggio i pagamenti delle vecchie ricariche arretrate.

I pagamenti

Insieme ad altre migliaia di persone che invece avranno il primo pagamento, contestuale alla disponibilità di ritiro della propria card Rdc. E ovviamente anche per chi ha fatto domanda di rinnovo, dopo la sospensione obbligatoria. Per tutti gli altri invece appuntamento come sempre a fine mese.

Le date

Se in genere la ricarica del reddito di cittadinanza avviene in due separate date. C’è quella del 15 e del 27, questo mese di maggio la lavorazione dei primi accrediti sarà effettuata in anticipo. Visto che il giorno 15 è sabato infatti, a partire dal 14 saranno inviate le prime disposizioni di ricarica. Data da tenere in considerazione da coloro che hanno fatto una nuova domanda nei mesi precedenti e questa è risultata poi accolta, o da chi ha rinnovato il reddito dopo il mese di sospensione. Ed anche dai tanti che hanno visto la propria domanda sbloccata di recente dall’INPS dopo il rinnovo Isee a febbraio o marzo.

Per i beneficiari con pagamenti regolari in corso e nessun messaggio di errore in evidenza invece, le ricariche saranno inviate a partire dalle prime ore pomeridiane del giorno 27 maggio. Si potranno controllare gli invii delle disposizioni di pagamento il giorno prima, accedendo sul portale reddito di cittadinanza: www.redditodicittadinanza.gov.it, apposita sezione Inps, o App per smartphone.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.