Sequestrata nota discoteca a Napoli: era senza autorizzazioni

Gli Agenti dell’Unita’ Operativa Chiaia e della Tutela Minori hanno sottoposto a sequestro una discoteca in via Girolamo Santacroce affollata da minorenni prevalentemente in età compresa tra i 12 ed i 16 anni.

Discoteca senza autorizzazioni

Il locale risultava, infatti, sprovvisto delle autorizzazioni per lo svolgimento di serate danzanti a tutela della sicurezza.

Gli agenti hanno permesso di interrompere la serata in sicurezza. Un modo per dare la possibilità ai genitori dei ragazzini di prelevare i propri figli all’orario concordato. Appena andati via i 190 ragazzi, il locale è stato, così, sequestrato ed il gestore denunciato per mancanza di agibilità e certificato prevenzione incendi.

 

Gli Agenti dell’Unita’ Operativa Chiaia e della Tutela Minori hanno sottoposto a sequestro una discoteca in via Girolamo Santacroce affollata da minorenni prevalentemente in età compresa tra i 12 ed i 16 anni.

Senza autorizzazioni

Il locale risultava, infatti, sprovvisto delle autorizzazioni per lo svolgimento di serate danzanti a tutela della sicurezza.

Gli agenti hanno permesso di interrompere la serata in sicurezza. Un modo per dare la possibilità ai genitori dei ragazzini di prelevare i propri figli all’orario concordato. Appena andati via i 190 ragazzi, il locale è stato, così, sequestrato ed il gestore denunciato per mancanza di agibilità e certificato prevenzione incendi. 

 

Gli Agenti dell’Unita’ Operativa Chiaia e della Tutela Minori hanno sottoposto a sequestro una discoteca in via Girolamo Santacroce affollata da minorenni prevalentemente in età compresa tra i 12 ed i 16 anni.

Mancavano le autorizzazioni

Il locale risultava, infatti, sprovvisto delle autorizzazioni per lo svolgimento di serate danzanti a tutela della sicurezza.

Gli agenti hanno permesso di interrompere la serata in sicurezza. Un modo per dare la possibilità ai genitori dei ragazzini di prelevare i propri figli all’orario concordato. Appena andati via i 190 ragazzi, il locale è stato, così, sequestrato ed il gestore denunciato per mancanza di agibilità e certificato prevenzione incendi.