[VIDEO]. Plastica, pezzi di auto, topi morti e melma: il mare di Licola diventa una fogna dopo il temporale

(Il degrado sulla spiaggia di Licola - LICOLA MARE PULITO)

Un vero e proprio disastro ambientale quello avvenuto a Licola. Una discarica a cielo aperto, così si presenta questa mattina la spiaggia libera di Licola. Pneumatici, arredi sismessi, parti di autovetture, carogne di topi e rifiuti di plastica sono stati riversati dall’Alveo dei Camaldoli sull’arenile dopo la piena di questa notte a causa delle piogge torrenziali che hanno flagellato il litorale flegreo-domizio.

“E’ un disastro ambientale che sembra non avere fine – ha dichiarato Umberto Mercurio, presidente dell’associazione Licola Mare Pulito -. Ieri la spiaggia era pulita e stamattina è una pattumiera, davvero assurdo e inaccettabile”. “Ora ci sarebbe una sola cosa da fare che i comuni di Napoli Marano Qualiano e Giugliano mandassero i loro operatori a pulire e a smaltire questa vergogna. Ministro Sergio Costa lei chiede pazienza ma dopo 10 anni di questa vergogna che pazienza dovremmo avere? Stessa cosa vale per Salvatore Micillo questo mare e questa terra è morta nelkapiu totale indifferenza. Ciò vale anche per la Regione Campania e il suo presidente e assessore. Domani sarà a CastelVolturno a parlare di MASTERPLAN OVVERO A PRENDERCI PER IL C,,, A TUTTI”

Ora ci sarebbe una sola cosa da fare che i comuni di Napoli Marano Qualiano e Giugliano mandassero i loro operatori a pulire e a smaltire questa vergogna. Ministro @Sergio costa lei chiede pazienza ma dopo 10 anni di questa vergogna che pazienza dovremmo avere? Stessa cosa vale per Salvatore Micillo questo mare e questa terra è morta nelkapiu totale indifferenza. Ciò vale anche per la Regione Campania e il suo presidente e assessore. Domani sarà a CastelVolturno a parlare di MASTERPLAN OVVERO A PRENDERCI PER IL CULO A TUTTI. Un consiglio #stopalkepasserelle #politici #intour.

Publiée par Umberto Mercurio sur Dimanche 22 septembre 2019