Giocare a poker on-line è un fenomeno di massa

Il Poker on-line è un fenomeno di massa. Internet ne ha ormai influenzato anche il linguaggio

Sono in aumento gli appassionati di giochi online. Su tutti, il poker online è sicuramente il più conosciuto e negli ultimi tempi è diventato un vero fenomeno di internet. Molto rapidamente, nel giro di un paio d’anni, decine di migliaia di navigatori italiani hanno scoperto il brivido offerto della giocate, delle puntate e delle scommesse tramite internet: “è un’esperienza che ti dà una forte scarica di adrenalina”. Tra i motivi che spingono le persone a giocare a poker o ad altri giochi c’è senza dubbio la voglia di rischiare. Le persone s’incontrano direttamente sul “tavolo da gioco virtuale” e interaggiscono, un po’ come succede con i social network.

Molto spesso, all’interno di ristretti gruppi di persone, nascono e si sviluppano specifici gerghi che si contraddistinguono per la loro particolarità. La comunicazione in questo caso si trasforma in qualcosa di molto settario e aiuta a contraddistinguere coloro che appartengono ad un certo contesto rispetto tutti coloro che invece lo ignorano proprio perchè non sono “del mestiere”. Alle volte inoltre le cose si complicano maggiormente se il soggetto discusso deriva da un’altra cultura o da un altro paese con conseguenti differenze linguistiche e semantiche.

Se siete per esempio dei giocatori di Poker, sport diventato molto popolare in questi ultimi tempi, sicuramente avrete avuto modo di sentire nuovi vocaboli spesso mutuati dalla lingua inglese ma utilizzati all’interno della lingua italiana con notevoli e divertenti cambiamenti. Quello che segue è solo un elenco di alcuni dei termini maggiormente in uso durante i tornei di Texas Hold’em. Probabilmente tutto questo tornerà utile se a qualcuno verrà in mente di avvicinarsi a questo mondo e sfoggiare una padronanza linguisitica superiore alla media dei giocatori che si sfidano ogni giorno al poker online.

Missare. Chiaramente è un termine italianizzato dall’inglese “to miss” che significa mancare. Molto usato al posto di mancare. Per sempio: “ho missato il flop”.

Clockare. Derivato dalla parola inglese Clock (orologio), questo termine viene indicato per una determinata azione che viene fatta quando al tavolo online si fa appositamente passare del tempo prima di decidere se puntare o lasciare.

Omino random: Preso dall’inglese “random” che significa casuale proprio per indicare un avversario qualunque. Avversario quindi di cui non si conosce il modo in cui gioca. Anche detto “avversario a caso”.

Gaybet: Letteralmente “puntata gay” indica una puntata di valore modesto rispetto al piatto.

Opposensed: Forse il caso più complesso in quanto l’espressione racchiude in una unica parola due termini molto popolari fra i giocatori del poker online. “Oppo” sta per “opponent” cioè un avversario che siede opposto, mentre “sensed” indica un modo di giocatore sensato quindi regolare. Insieme significa che l’avversario seduto al tavolo sta tenendo un gioco regolare senza troppi bluff o rischi.

Articolo pubbli-redazionale