20.7 C
Napoli
venerdì, Aprile 12, 2024
PUBBLICITÀ

Luigi Pellegrino, i tentativi di risveglio non riescono: indagini serrate per individuare il responsabile dello sparo

PUBBLICITÀ

Proseguono incessanti le indagini sul ferimento del 14enne Luigi Pellegrino, la giovane promessa del calcio colpita da un proiettile vagante all’esterno di un bar a Parete in provincia di Caserta. I tentativi effettuati dai medici, che hanno provato a svegliarlo, non hanno per ora sortito effetto e la situazione resta stabile. Sull’altro fronte proseguono le verifiche tecniche per individuare il responsabile. Nei giorni scorsi è stato interrogato dai carabinieri, per ben due volte, il titolare di un’impresa di pompe funebri, proprietario del terreno di via Vicinale Vecchia da dove, secondo i periti, è partito lo sparo che ha preso in pieno la testa di Luigi. Dai primi risultati degli accertamenti balistici, svolti nei giorni scorsi, si è riusciti ad individuare la zona da dove sarebbe partito lo sparo della calibro 9 che, come si dice in gergo tecnico ‘in caduta’ ha colpito Luigi.

Le indagini in particolare si sarebbero concentrate sull’analisi delle celle telefoniche che avrebbero agganciato alcuni cellulari presenti nel terreno da dove sarebbe partito il colpo fatale.

PUBBLICITÀ
PUBBLICITÀ

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

PUBBLICITÀ

Ultime Notizie

Morto lo stilista Roberto Cavalli, era malato da tempo

Lo stilista e imprenditore Roberto Cavalli è morto oggi nella sua casa a Firenze all'età di 83 anni. Era...

Nella stessa categoria