Aereo precipita dopo la partenza, morti tutti i passeggeri: c'era anche un bimbo
Aereo precipita dopo la partenza, morti tutti i passeggeri: c'era anche un bimbo

Un piccolo aereo passeggeri è precipitato in mare nella Russia orientale. Lo riferisce l’agenzia di stampa russa Ria. I servizi di emergenza hanno localizzato l’aereo. A bordo c’erano 28 persone, tra cui sei membri dell’equipaggio e uno o due bambini. L’ Antonov An-26 di una compagnia aerea locale era su un volo regionale sulla penisola di Kamchatka. Era in viaggio dalla capitale regionale Petropavlovsk-Kamchatsky al villaggio di Palana. Improvvisamente, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”,  tutti i contatti con l’aereo sono stati persi.

Il volo An-26 è precipitato in mare con 22 passeggeri, tra cui un bambino, e sei membri dell’equipaggio. L’aereo era sulla rotta Petropavlovsk-Kamchatsky-Palana. Le squadre di soccorso russe hanno identificato il luogo dove sarebbe caduto nella penisola russa della Kamchatka. Lo ha riferito all’agenzia di stampa “Ria Novosti” una fonte dei servizi di emergenza.

Secondo la Kamchatka Aviation Enterprise, la comunicazione con il volo è stata persa prima della manovra di avvicinamento all’atterraggio a circa 9 chilometri dal villaggio di Palana.

I servizi di emergenza hanno determinato il possibile luogo dello schianto: secondo una fonte citata dalla Tass “l’area è stata approssimativamente determinata entro 15-25 chilometri dall’aeroporto, lungo la costa. Una ricerca è in corso anche in mare. I dati oggettivi mostrano che l’aereo si è schiantato in mare”.

“L’area è stata approssimativamente determinata entro 15-25 chilometri dall’aeroporto, lungo la costa. Una ricerca è in corso anche in mare”, ha detto una fonte alla TASS, aggiungendo: “I dati oggettivi mostrano che l’aereo si è schiantato in mare”. Le autorità hanno avviato un’operazione di ricerca e soccorso con almeno due elicotteri poco dopo la scomparsa dell’aereo prima della manovra di avvicinamento dell’atterraggio. Le navi stanno andando nel luogo in cui l’aereo si è schiantato.

Filippine, precipita aereo militare con 92 persone a bordo

Un aereo militare filippino (un C-130), con 92 persone a bordo, si è schiantato al suolo durante la fase di atterraggio. L’incidente, come confermato dal capo delle forze armate, è avvenuto nella base sull’isola di Jolo, nella provincia di Sulu, nel sud del Paese. Quaranta passeggeri sono stati tratti in salvo dal velivolo in fiamme. Almeno 45 le vittime accertate.

L’aereo non è riuscito a imboccare la pista di atterraggio della base sull’isola di Jolo ed ha cercato di riprendere quota, ma la manovra non è riuscita. Molti dei soldati avevano di recente finito il corso dell’accademia ed erano alla loro prima missione contro il terrorismo nella regione a maggioranza musulmana.

Il capo delle forze armate, il generale Cirilito Sobejana, ha spiegato che il C-130 proveniva da Cagayan de Oro – nella provincia di Misamis Oriental, nella regione del Mindanao Settentrionale – e che i 40 feriti sono stati trasportati nel vicino ospedale dell’11esima divisione di fanteria.

Nel sud delle Filippine c’è una massiccia presenza dei militari per contrastare l’azione di gruppi di estremisti, incluso quello dei separatisti islamici Abu Sayyaf specializzato nei sequestri di persona a scopo di estorsione. Il mese scorso un elicottero Sikorsky S-70 (Black Hawk) è precipitato a nord di Manila durante un volo di addestramento notturno uccidendo i tre piloti ed i tre cadetti a bordo.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.