Brutale aggressione nel Napoletano, spaccata la testa di un 17enne a colpi di casco: corsa in ospedale

Ancora violenza in strada. Questa volta a Pompei, dove un 17enne è finito in ospedale dopo aver ricevuto ripetutamente colpi di casco contro il viso. A raccontare la brutale aggressione è stata una lettera inviata a ‘Notizie di Pompei’, poi riportata da Il Fatto Vesuviano. 

L’episodio è avvenuto in via Carlo Alberto e la polizia sta indagando per rintracciare i responsabili della babygang. Analogo episodio è successo al Vomero, dove però protagonista si è resa una comitiva di ragazzine.

La tentata aggressione al Vomero

Momenti di paura quelli vissuti al Vomero nei giorni scorsi. Circa venti adolescenti, probabilmente addirittura in trenta, si sono scagliati contro un 17enne colpevole soltanto di aver registrato un video con il cellulare. Ad aggravare il quadro, però, un particolare non poco importante: tutte gli adolescenti sono di sesso femminile. Per fortuna la vittima, grazie alla sua velocità, è riuscita a scappare fino a richiedere l’intervento della polizia municipale, incrociata lungo la strada. Cresce ancora, di conseguenza, l’allarme baby gang tra i quartieri di Napoli: già in mattinata – riporta Il Mattino – giungerà sul tavolo dei magistrati una informativa dalla quale nascerà un’inchiesta giudiziaria.