Blitz nel fortino del clan nel Napoletano, sequestrate droga e armi pronte a sparare

Blitz Torre Annunziata
Blitz Torre Annunziata

Operazione dei carabinieri questa mattina in provincia di Napoli. Un blitz “Alto Impatto” nel centro storico di Torre Annunziata ha permesso il sequestro di armi e droga. Le forze dell’ordine hanno cinturato i quartieri “Murattiano” e “Quadrilatero delle Carceri” ispezionando alcuni fabbricati abbandonati presenti nella zona.

Il blitz delle forze dell’ordine era mirato al rinvenimento di armi e droga. All’interno di alcune palazzine, nel “Quadrilatero delle carceri”, isolato per pericoli di crolli a fine 2019, inoltre, i militari hanno rinvenuto una pistola automatica calibro 9. L’arma, di fabbricazione turca, era completa di 2 caricatori, un silenziatore e 28 proiettili. Ben nascosta in vari punti delle costruzioni disabitate, i carabinieri hanno trovato sostanza stupefacente di diverso tipo, già confezionata in dosi pronte per la vendita al dettaglio.

Anche grazie all’impiego delle unita’ cinofile, durante il blitz i militari hanno rinvenuto e sequestrato complessivamente 38 grammi di marijuana, 5 grammi di eroina e 2 dosi di cocaina. Denunciata una 32enne per il possesso di 54 pacchetti di sigarette di contrabbando, detenute all’interno della propria abitazione di Corso Vittorio Emanuele III. Nello stesso stabile, gli uomini dell’Arma hanno rinvenuto due cani di razza “pitbull” e “rottweiler”.  Erano in condizioni tali da far scattare la denuncia per maltrattamenti di animali. Rimosse inoltre opere abusivamente realizzate nei pianerottoli, protetti da cancellate di metallo. Undici appartamenti privati e 15 esercizi commerciali sono stati sottoposti a verifica da parte di una squadra di tecnici dell’Enel durante il blitz. Personale della Gori ha distaccato un allaccio abusivo alla rete idrica.