Calamita per rubare la corrente, arrestato il titolare di un caseificio in provincia di Napoli

 

Nella frazione di Piazzolla di Nola i carabinieri hanno tratto in arresto il titolare di un caseificio per furto di corrente elettrica. L’imprenditore, 48enne incensurato, aveva posto una calamita sul contatore diminuendo le registrazioni del 67% e rubando negli anni 23mila euro di energia.

I carabinieri hanno scoperto il trucco insieme a tecnici dell’Enel e hanno arrestato il 48enne, sequestrando la calamita.
L’uomo è in attesa del giudizio con rito direttissimo.