Coronavirus, trovate 40 mutazioni: «Sette casi ricondotti a una partita di calcio»

Coronavirus, alcuni ricercatori islandesi, dopo aver effettuato migliaia di tamponi ai pazienti infettati da COVID-19 in Islanda, sostengono di aver trovato 40 mutazioni del virus, con sette casi che sarebbero a loro avviso riconducibili a una partita di calcio effettuata in Inghilterra. I ricercatori, come riporta il Daily Mail, hanno sequenziato il genoma del virus per cercare mutazioni, trovandone 40 e che sarebbero stati rintracciati in tre diversi paesi: AustriaItalia e Inghilterra.

Il sequenziamento genetico studiato dai ricercatori islandesi consente di tracciare i luoghi dove ha viaggiato il virus e di identificare quante mutazioni sono avvenute. Varianti genetiche che possono fungere da impronte digitali del virus per indicare da dove nel mondo ha avuto origine

Gli scienziati islandesi sono stati in grado di risalire al coronavirus in tre paesi europei, AustriaItalia e Inghilterra, dopo aver scoperto che sette persone infette sono andate tutte alla stessa partita di calcio in Inghilterra.