Corto circuito in un’abitazione di Pozzuoli, 30enne muore intossicato tra le fiamme

Immagine di repertorio

E’ morto a soli 30 anni per intossicazione da monossido di carbonio un giovane extracomunitario di Pozzuoli. L’uomo era solo in casa quando, intorno alle 2 di questa notte, nella sua abitazione del viale Olimpico nei pressi dei 101 alloggi a Cappella, ha visto le fiamme avvolgere parte dell’appartamento. Il motivo dell’incendio, come accertato dai vigili del fuoco, è stato un corto circuito causato da una stufetta elettrica.

Come riportato da ‘Il Mattino’, all’arrivo dell’ambulanza e dei carabinieri, il giovane era già morto.