Covid a Pasqua, a Napoli sarà una domenica senza palme: la Diocesi vieta le benedizioni
Covid a Pasqua, a Napoli sarà una domenica senza palme: la Diocesi vieta le benedizioni

Sarà una Domenica delle Palme senza palme e acqua santa. La decisione arriva dalla Diocesi di Napoli tra le proteste dei fedeli che, dai parroci, hanno ricevuto l’ultima nota: “vietata la distribuzione o consegna dei rami di ulivo, o altri tipi di rami, nè imbustati e nè liberi”. Una scelta che va in contrasto con quanto stabilito dalla Conferenza Episcopale italiana, che spiega: “Affinché si evitano assembramenti, ministri e fedeli tengano nelle mani il ramo d’ulivo o di palma portato con sé”. A Napoli, però, non sarà possibile.

Secondo la nota del Collegio dei decani, “considerata la persistenza dell’emergenza sanitaria, e la permanenza della nostra regione in zona rossa”, le palme non sono previste. Idem l’acqua benedetta.

Le altre notizie | Napoli. Mamma positiva al Covid prima del parto, la storia a lieto fine di Martina e del piccolo Roberto [Articolo del 22 marzo 2021]

Tutto è iniziato il 10 marzo, quando Martina Tucci di Casoria, incinta di 38 settimane, si è recata nella clinica Sanatrix in cui doveva partorire per gli ultimi controlli. Tutto stava andando per il verso giusto, secondo programma. Poi però ha eseguito il tampone molecolare, come da procedura, ed è arrivato il responso che mai avrebbe creduto: Martina era positiva al covid.

Improvvisamente le è caduto il mondo addosso. Mille paure, mille incertezze e soprattutto la preoccupazione per il nascituro.
Martina desiderava tanto che il figlio fosse nato dopo che lei si era negativizzata per semplificare tutta la procedura, ma di lì a pochi giorni è iniziato il travaglio quindi è stato impossibile rinviare il parto. E’ stata attivata così la procedura Covid per gestanti positive al coronavirus. E’ sabato 13 marzo. Martina ha salutato la figlia e il marito, Antonio Tancredi. Viene trasportata da sola in ambulanza al Policlinico nuovo, l’ospedale allestito per i parti delle gestanti positive.
Lo stato d’animo di Martina è mesto e cupo, tante sono le preoccupazioni che l’attanagliano. Ma appena è arrivata al nosocomio viene prontamente accolta dai sanitari che non ha esitato a definire ‘i suoi Angeli’.

Il piccolo Roberto, secondo figlio della giovane coppia di Casoria, è nato domenica 14 marzo alle 2.40, solo quattro giorni dopo Martina lo ha potuto finalmente prendere tra le sue braccia. Il piccolo, per fortuna, è risultato negativo al Covid, la mamma Martina può averlo con sè solo per allattarlo, con tutte le precauzioni del caso. Lei e il marito, infatti, risultano al momento ancora positivi al virus.

SE VUOI RESTARE SEMPRE AGGIORNATO VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

 

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.