14.2 C
Napoli
mercoledì, Dicembre 8, 2021
- Pubblicità -

E’ morto Angelo Licheri, fu l’uomo che tentò di salvare Alfredino dal pozzo


La notizia della scomparsa di Angelo Licheri sta colpendo tutta l’Italia. L’uomo è morto nella casa di riposo San Giuseppe a Nettuno. Molti ricorderanno per l’incredibile vicenda che l’ha portato a compiere un gesto eroico. Il caso è quello di Alfredino Rampi caduto in un pozzo. Il caso di Alfredino Rampi ha tenuto incollati alla tv tutti gli italiani. Un evento caratterizzato anche da una diretta Rai di ben 18 ore. Il piccolo bambino cadde in un pozzo artesiano in via Sant’Ireneo, località vicino a Frascati. Il pozzo aveva una profondità di 60 metri. Di quel caso verranno ricordati anche i soccorsi per la loro scarsa organizzazione e insufficiente coordinamento. Per questo motivo, Angelo Licheri fu spinto a provare un’impresa che i soccorsi stentava di riuscire. L’uomo, all’epoca, era tipografo e si offrì volontario per calarsi nel pozzo e tentare di tirare fuori il piccolo Alfredino. Un’azione incredibile che ancora oggi viene ricordata.

Era una giornata di giugno del 1981 e il piccolo Alfredino precipitò in un pozzo. Un caso che fece discutere per la sua scarsa gestione e organizzazione. Licheri si rese protagonista di svariati tentativi, nonostante un corpo esile. L’uomo era piccolo e magro, si calò nel pozzo con solo canottiera e mutande. Così facendo era riuscito a raggiungere il bambino. Licheri arrivò a dialogare con il bambino ma non ci fu modo di tirarlo fuori. Fece tantissimi tentativi, ma il fango portava Alfredino a scivolare continuatamente. Licheri riuscì a resistere 45 minuti a testa in giù, dopodiché fece ritorno in superficie. Prima di lasciare il pozzo, mandò un bacio in direzione del piccolo Alfredino. Purtroppo tutti inutili perché non si riuscì a tirare fuori il piccolo Alfredino. Di quella tragica vicenda, Licheri sarà per sempre ricordato come un grande eroe della storia italiana. Un uomo che sentì di provare il tutto per tutto per quel bambino, anche oltre ogni possibile resistenza fisica. I funerali si terranno dalle 15 alla parrocchia San Apostolo di Tre Cancelli a Nettuno. Così da chiudere la sua storia ma l’eroe del Vermicino che non potrà mai essere dimenticato.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Violenza familiare in provincia di Napoli, la nipote si lancia dalla finestra

Violenza familiare in provincia di Napoli, la nipote si lancia dalla finestra. I carabinieri di Monte di Procida in...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria