Coronavirus. L’Uefa rinvia Europei di calcio al 2021, due le ipotesi per la Serie A

L’Uefa rinvia gli Europei di calcio al 2021.
L’Uefa ha ufficializzato il rinvio degli Europei di calcio al 2021, come anticipato dall’ANSA nella tarda mattinata. Nella nota il presidente Alexandr Ceferin dice che “in un momento come questo la comunità del calcio aveva il dovere di mostrare unione, solidarietà e senso di responsabilità. La salute dei giocatori, degli staff e dei tifosi è la nostra priorità. Da parte di tutti c’è stato un autentico spirito di cooperazione”.

La Uefa ha istituito un gruppo di lavoro per esaminare le possibilità per l’edizione di questa stagione di Champions ed Europa League, attualmente sospese per l’emergenza coronavirus. A quanto si apprende, l’obiettivo è disputare la finale delle due competizioni entro giugno.

Il Consiglio esecutivo della Conmebol ha stabilito di rinviare al 2021 l’edizione della Coppa America che avrebbe dovuto svolgersi quest’anno, in Argentina e Colombia, dal 12 giugno all’11 luglio. La decisione è dovuta all’emergenza del Coronavirus. Le nuove date, del prossimo anno, sono dall’11 giugno al 10 luglio.
La Conmebol ha anche deciso di confermare gli inviti per Qatar ed Australia, che avrebbero dovuto partecipare al torneo che adesso è stato rinviato.

Per quanto riguarda invece l’esito del campionato di Serie A sono aperte due strade: dopo che l’UEFA si è espressa sulla possibilità di assegnazione del titolo in base alla classifica, parziale, attuale, una seconda opzione sarebbe quella di far riprendere le competizioni tra maggio e giugno ed assegnare lo scudetto “regolarmente”. Uno scenario questo che al momento non è possibile prevedere in quanto non sono ancora chiari i tempi che porteranno l’Italia verso la fine della crisi sanitaria.