In trasferta per la truffa del finto avvocato, 5 napoletani nei guai in Lombardia

Hanno messo a segno numerose truffe ad anziani di Como, sempre utilizzando lo stesso metodo: uno si fingeva carabiniere per avvisare l’anziano del passaggio di un avvocato al quale avrebbe dovuto consegnare del denaro per aiutare un parente, in genere un nipote, accusato di avere causato un incidente.

La banda, composta da 5 persone napoletane (quattro uomini e una donna) è stata individuata e fermata dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Como nell’ambito delle indagini mirate coordinate dalla procura della repubblica di Como. I cinque sono stati denunciati. Con abilità riuscivano, in mancanza di denaro contante, a farsi consegnare dai malcapitati pensionati anche oggetti di valore, come gioielli e altro.