Market della droga in casa: pusher di Caivano aveva allestito un ‘Grande Fratello’ nel bunker

Per evitare eventuali intrusioni di forze dell’ordine nella sua abitazione adibita a market della droga, si era dotato diverse telecamere di sorveglianza installate sui balconi che rimandavano le immagini a numerosi schermi Lcd ad alta risoluzione ma ciò non ha evitato l’arresto per un 26enne residente a Caivano ma domiciliato ad Orta di Atella (Caserta) arrestato in flagranza per spaccio di sostanza stupefacenti dai carabinieri di Marcianise.

Il giovane ha cercato di disfarsi di 115 grammi di cocaina gettandoli dalla finestra ma a seguito della perquisizione personale, i militari hanno rinvenuto e sequestrato altri 90 grammi di sostanza e 15 dosi termosaldate per ulteriori 15 grammi. Sequestrati 3.280 euro in banconote ritenute provento dell’attività illecita, un bilancino di precisione e numerosi involucri in plastica per confezionare le dosi.

Lo spacciatore è stato tradotto nel carcere napoletano di Poggioreale in attesa dell’udienza per direttissima. Si tratta dell’ultimo dei dieci arresti eseguiti in poco più di una settimana dai carabinieri oltre alla decina di segnalazioni presso la Prefettura di Caserta di acquirenti ed assuntori.