Si tuffano nel mare mosso di Mondragone, 3 minorenni salvati dalle onde
Si tuffano nel mare mosso di Mondragone, 3 minorenni salvati dalle onde

Si tuffano nel mare mosso di Mondragone, 3 minorenni salvati dalle onde. Nel pomeriggio di ieri nelle acque del lungomare Camillo Federico, i militari della Guardia Costiera assistevano 3 bagnanti in difficoltà a causa del mare agitato. I tre, tutti minorenni, si erano tuffati, ignorando le condizioni proibitive del mare. I giovani non riuscivano a ritornare a riva a causa della forte risacca. Gli uomini dell’Ufficio Locale Marittimo di Mondragone, impegnati nelle attività di pattugliamento lungo il litorale di competenza, notavano i malcapitati ed allertavano prontamente il mezzo nautico in servizio in area, il battello pneumatico GC B63 intervenendo intanto dalla battaglia.

Tuffo nel mare agitato di Mondragone, 3 minorenni salvati dalle onde

Già prima dell’arrivo del mezzo i bagnanti riuscivano, con le giuste indicazioni e l’opportuno ausilio, a raggiungere la riva in buone condizioni di salute. L’intervento si aggiunge alle numerose attività effettuate nell’ambito dell’operazione “mare sicuro”, diretta in ambito Regionale dalla Direzione Marittima della Campania, che schiera quotidianamente, lungo le coste e sulle spiagge, uomini donne e mezzi del Corpo a salvaguardia della incolumità di diportisti e bagnanti ed a garanzia di una ordinata e corretta fruizione di spiagge e mare.

La Guardia Costiera raccomanda, costantemente, la massima prudenza ed attenzione nell’intraprendere la navigazione con le unità da diporto e nel valutare le condizioni del mare, anche per un semplice “tuffo con gli amici”, rammentando che il rispetto delle regole costituisce il primo degli strumenti per salvaguardare la propria e l’altrui incolumità.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.