“Non potevo accudirlo e l’ho lasciato morire”, abbandona il cadavere del convivente e scappa

Lasciato morire e abbandonato dalla badante che, in teoria, si sarebbe dovuta prendere cura di lui. E’ stato questo il tragico destino di un 84enne di Grottaminarda, Mario C., il cui corpo è stato ritrovato l’altra sera avvolto in una coperta con addosso solo i pantaloni di un pigiama e un cappello, abbandonato nei pressi dell’ospedale Rummo di Benevento.

Grazie ai filmati delle telecamere, la squadra mobile ha individuato una Wolkswagen Lupo che fermatasi nel parcheggio poco prima del ritrovamento. Dalle immagini si vede una donna che scende dall’auto, apre la portiera del passeggero, e appoggia al suolo il corpo ormai senza vita dell’uomo. In poco tempo gli agenti sono riusciti a risalire alla proprietaria del mezzo. Si tratta di una 64enne di Gioi, in provincia di Salerno. La donna è stata identificata e raggiunta a Grottaminarda, in provincia di Avellino, dove vive lavorando come badante. La 64enne infatti, accudiva da 12 anni l’anziano morto. Nella fattispecie, la vittima veniva lasciata all’interno della propria abitazione in condizioni igieniche precarie. La donna  ometteva di nutrirlo e curarlo adeguatamente fino a cagionargli la morte.

La donna ha confessato il crimine, dichiarando di aver corrisposto alle richieste dell’uomo. Secondo lei infatti, l’anziano le aveva chiesto, una volta morto, di essere abbandonato ovunque. Questo per non essere lasciato ai figli. La 64enne è stata accompagnata presso la casa circondariale femminile in attesa di conferma della convalida.