E’ stato trasferito all’ospedale di Bologna Gaetano Ferraioli Barbuto. Il 21enne di Sant’Antimo vittima di una brutale aggressione portata a segno da tre balordi attualmente in carcere. Gaetano, dopo 40 giorni da quel maledettissimo episodio, che gli è costato l’amputazione delle gambe, come riporta Il Mattino ora è a Bologna, in un centro specializzato nella riabilitazione motoria dove dovrà imparare a muoversi con le protesi. Intanto oggi ci sarà il Riesame per i 3 aggressori, per cui l’accusa è stata derubricata da tentato omicidio a lesioni.

Si tratta di Antonio Sgamato, 26 anni, Antimo Belardo, 28 anni, entrambi di Sant’Antimo, e Raffaele Chiacchio, 19 anni, di Grumo Nevao. Un fermo per il reato di concorso in tentato omicidio e porto e detenzione di arma da sparo, disposto da Veronica Soriano, pm della Procura di Napoli Nord, diretta da Francesco Greco. Reato poi «declassato» a lesioni gravi dal gip, che però confermo la misura cautelare del carcere per i tre indagati.

L’ARRESTO DEGLI AGGRESSORI DI GAETANO

Dai primi accertamenti effettuati sembrerebbe che alla base dell’aggressione ci siano questioni personali relative ad una ragazza. A seguito delle lesioni riportate Gaetano ha purtroppo subito l’amputazione di entrambi gli arti inferiori. L’aggressione avvenne la notte del 20 settembre al corso Europa. Tutto è iniziato con una colluttazione, poi colpito ripetutamente alla testa con il calcio di una pistola. Alla fine  esplosi 7 colpi di pistola che ferirono il 21enne alle gambe e alla zona inguinale.

Per seguire tutte le notizie collegati al nostro sito oppure vai sulla nostra pagina Facebook.

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.