12.1 C
Napoli
domenica, Gennaio 23, 2022
- Pubblicità -
- Pubblicità -

«Tutto ok, è andato tutto bene», dopo l’omicidio a Miano l’incontro tra i killer


«Tutto a posto». Fu questo il primo commento dei killer di Pasquale Izzi. A raccontare il particolare è stato Mariano Torre, neo collaboratore di giustizia con un passato organico al clan Lo Russo. Il racconto è di quanto avvenne dopo che il delitto fu consumato:«La sera ci incontrammo con Ciro Perfetto e Antonio Buono e facemmo i complimenti a Ciro Perfetto per il fischio che ci aveva fatto e dopo un po’ venne anche Vincenzo Lo Russo (figlio del boss Carlo Lo Russo) e ci disse che lui non aveva sentito i colpi di pistola ma si era solo accorto che era morto Izzi perchè affacciandosi al balcone per fumarsi una sigaretta aveva visto la polizia». C’è poi un altro particolare rivelato da Torre. Quando lui e Luigi Cutarelli andarono da Lo Russo per raccontargli come era andata la loro ‘missione di morte’ ad un certo punto arrivò un’altra persona a casa del boss, una persona con lui imparentata. «Venne per fare un’imbasciata a Carlo, non ricordo quale era l’imbasciata. E disse anche:”Hai visto? Hanno ammazzato a uno nel rione”, poi però vide a me e Luigi e non parlò più. Secondo me aveva capito e se ne andò».

RESTA AGGIORNATO, VISITA IL NOSTRO SITO INTERNAPOLI.IT O SEGUICI SULLA NOSTRA PAGINA FACEBOOK.

- Pubblicità -
- Pubblicità -spot_img

Ultime Notizie

Luigi no Vax fino alla fine, morto dopo essersi strappato il casco dell’ossigeno in ospedale

Un bravo ragazzo, un giovane amato da tutti con la grande passione della pesca e ricordato sui social dai tantissimi amici che aveva nella vita...
- Pubblicità -

Nella stessa categoria