Don Michele Barone. “Nostra figlia parlava con la voce del demonio”: la difesa choc dei genitori

«Nostra figlia parlava con la voce del demonio, della Madonna e di San Michele» si sono difesi così i genitori della bambina 14enne di Maddaloni finita al centro dell’attenzione mediatica in seguito al servizio della trasmissione Mediaset “Le Iene” che ha fatto luce sulla cosiddetta “Setta di Don Michele”. Lo scandalo che ha colpito la chiesa di Casapesenna e della diocesi di Aversa ha fatto finire sotto inchiesta, oltre al sacerdote, i genitori della bambina e il poliziotto accusato di aver coperto tutto.

Dal canto loro i genitori hanno continuato a difendersi affermando “Le pratiche di don Barone erano giuste e hanno fatto bene a nostra figlia e – si legge su Il Mattino – da parte del sacerdote non c’è stata alcuna condotta violenta ma solo riti e preghiere di purificazione”. I quattro dovranno rispondere delle accuse di lesioni, maltrattamenti e abusi sessuali.